Rassegna Stampa

Pullman scontato e senza limiti per gli over 65
In consorzio di trasporto pubblico locale Granda Bus lancia la promozione a prezzi eccezionali: 40 euro per tutto l'anno.
Fonte: La Guida - Cuneo - 15/12/2016
La Borsa internazionale del turismo viaggia con i pullman di Bus Company

Viabilità e trasporti - Giovedì, 03 Novembre 2016 12:34
Fonte: Cuneo Cronaca - Granda INIdea Web Tv - 03/11/2016

biteg edizione 2015

Bus Company, colosso del trasporto persone su gomma con sede a Saluzzo, in provincia di Cuneo, insieme alla sua agenzia viaggi, la Linea Verde Giachino, è main partner della Biteg 2016, la Borsa Internazionale del Turismo Enogastronomico: il più importante evento italiano dedicato ai viaggi del gusto che torna in Piemonte dal 10 al 14 novembre e si svolgerà, quest’anno, al Castello Malabaila di Canale d’Alba, capitale del Roero. Bus Company metterà i suoi servizi a disposizione dell’evento iniziando una proficua collaborazione.

"Siamo convinti che sia importante collaborare quando un evento di questa portata è ospitato sul nostro territorio – commenta Enrico Galleano, amministratore delegato di Bus Company -. Per questo i nostri bus saranno a disposizione dell’evento sia per le esigenze di trasporto che per i tour turistici previsti dalla manifestazione. La Biteg è un appuntamento unico per scoprire e confrontarsi sui nuovi trend del turismo enogastronomico italiano, e sono attesi 40 buyer internazionali. Un evento di questo tipo non può che dare beneficio all’intero tessuto imprenditoriale del territorio, per questo siamo felici di supportarlo”.

"TG Piemonte Edizione delle 19.30"

FonteTG Piemonte Edizione delle 19.30

"Spostamenti in bus più facili per gli "over 65": consegnato il primo abbonamento "Granda Bus 65+" al direttore dell'INPS di Cuneo."

Fonte: TargatoCN del 13 settembre 2016

L'iniziativa "Granda Bus 65+" è un progetto del Consorzio Granda Bus dedicato ad agevolare la mobilità dei cittadini cuneesi "over 65", fascia in cui gli spostamenti attraverso mezzi pubblici rappresentano in alcuni casi la migliore soluzione per muoversi.

Il primissimo abbonamento del progetto è stato consegnato nel pomeriggio di oggi (9 settembre) al direttore dell'INPS di Cuneo Michele Cottura, da parte del presidente del Consorzio Clemente Galleano, all'interno dello stad dell'INPS della 41^ edizione della Grande Fiera d'Estate di Cuneo.

"Vogliamo mostrare agli "over 65" le molteplici possibilità dei collegamenti offerti e la semplicità d'uso dell'abbonamento elettronico - ha detto Galleno - , facilitando i loro spostamenti senza pesare economicamente sulle loro risorse. Abbiamo inoltre istituito un numero verde dedicato per affiancare gli utenti nella sottoscrizione dell'abbonamento stesso."

Cottura ha aggiunto poi che "il progetto è molto importante, e caratterizzato da una spiccata valenza sociale: nel territorio cuneese il bacino potenziale di utenza è di oltre 160mila persone."

All'incontro erano presenti anche il presidente della Provincia e sindaco del Comune di Cuneo, Federico Borgna, e l’assessore ai Trasporti della Regione Piemonte, Francesco Balocco.

"Sono molto soddisfatto della sperimentazione che, oltre ad aiutare negli spostamenti di tutti i giorni un'ampia fascia di cittadini, andando incontro alle esigenze economiche dei pensionati e al loro bisogno di muoversi in sicurezza, assume anche una valenza ambientale non di poco conto", ha sottolineato il sindaco Borgna.

"Come Regione - ha concluso Balocco - abbiamo sollecitato gli enti locali allo studio di forme di agevolazione per gli "over 65": in questo caso, il privato è arrivato addirittura prima. Una volta appurati i risultati di questa sperimentazione, sono convinto il modello Granda Bus possa poi essere esportato in altre realtà."

 

"In tre settimane venduti quasi 2mila abbonamenti "granda bus no limits"

Fonte: TargatoCN del 06 luglio 2016"


"Biglietto speciale a 9,99 euro per viaggiare senza limiti sui pullman fino al 4 settembre"

Fonte: La Stampa dell' 8 giugno 2016"


"Granda Bus e i 15mila chilometri"

Fonte: Il Nuovo Braidanese del 10 Giugno 2016"


"Pendolari da record"

Fonte: Corriere di Saluzzo del 9 Giugno 2016

 

"Abbonamenti omaggio per l'estate agli studenti che hanno percorso più chilometri in autobus"

Fonte: La Guida del 09 Giugno 2016

 

"Premiati i 5 studenti che hanno percorso più chilometri durante l'anno"

Fonte: La Guida.it del 09 Giugno 2016

 

"15mila km l'anno per andare a scuola: premiati da Granda Bus 5 studenti viaggiatori"

Fonte: TargatoCN del 6 Giugno 2016

Si chiama Granda mica per niente. Una provincia talmente estesa che ci sono alcuni studenti che, per raggiungere il capoluogo e frequentare le scuole superiori, percorrono oltre 15mila chilometri l'anno. Insomma, degli studenti da record, fosse solo per l'impegno e la costanza.

Cinque di loro, identificati grazie al Bip, il sistema di bigliettazione elettronica, sono stati premiati dal Consorzio Granda Bus, grazie al quale possono raggiungere la scuola. Stamattina, al Movicentro di Cuneo, hanno ricevuto in omaggio la tessera "Grandabus No Limits", con la quale potranno prendere i pullman e percorrere tutta la provincia a partire dal 12 giugno e fino al 4 settembre.

A consegnarle il presidente del Consorzio in persona, Clemente Galleano, e il Provveditore agli Studi Stefano Suraniti.

Ma chi sono i premiati? Uno è Francesco Belmondo, 16 anni da compiere, studente all'Ipsia. Parte tutte le mattine da Vinadio alle 6.30, raggiungendo la fermata, ad un chilometro da casa, con l'Ape o con la moto. 

Poi c'è Valerio Levet, studente 18enne dell'Itis, che parte alle 5.40 di mattina da Bellino, cambia autobus a Casteldelfino e poi a Sampeyre e arriva a scuola alle 7.40

Ancora, Alessia Carenzano, 14 anni: frequenta l'istituto Agrario di Cuneo e prende il pullman da Acceglio ogni mattina alle 5.30. Alla fermata la accompagnano con la macchina. Arriva a scuola alle 7.50. 

Altre due ragazze tra le viaggiatrici record, entrambe iscritte al Liceo Musicale di Cuneo: Elena Serrau, 14enne di Narzole, che prende il pullman ogni mattina alle 6.25 e Marcella Scalvini, 15enne di Paesana, che parte alle 6.15. 

Molti di loro arrivano a casa dopo le 15; a volte, quando hanno i pomeriggi, anche dopo le 18. Insomma, davvero studenti tenaci.

L'iniziativa, ed è questa la vera novità, vale per tutti gli Under 20, che potranno acquistare la tessera ad un prezzo davvero conveniente: 9,99 euro per viaggiare su tutti bus di linea della provincia e in tutte le località interessate dal servizio. 800 linee e oltre 20mila chilometri al giorno a disposizione.

Clemente Galleano ha spiegato così l'iniziativa: "E' un modo per soddisfare le esigenze dei più giovani, andando incontro al loro portafoglio e alle loro esigenenze di mobilità. I ragazzi potranno così viaggiare in sicurezza tutta l'estate, per la tranquillità loro e delle famiglie". Per l'assessore regionale ai Trasporti Francesco Balocco l'iniziativa è di assoluto pregio, un bell'esempio da esportare.

Dove si potrà acquistare la tessera? Basterà recarsi in una delle biglietterie del Consorzio. Ecco le aziende che aderiscono: Bus Company, Autolinee Allasia, Autolinee Nuova Benese, Autolinee Gunetto, Autolinee Giors, Autolinee Sav, Autolinee Valle Pesio, Riviera Trasporti Piemonte, Geloso Bus, Nuova Beccaria, Nuova Saar e Sac. (dettagli suwww.grandabus.it/nolimits)

 

"Bus Company e Consorzio Granda Bus relatori al convegno del Ministero dei Trasporti"

Fonte: TargatoCN del 9 Maggio 2016

[...]Bus Company, colosso del Trasporto persone su gomma con sede a Saluzzo, e il Consorzio Granda Bus che raggruppa le aziende del trasporto pubblico locale in provincia di Cuneo, sono stati protagonisti al secondo convegno Sistema Gomma nel Trasporto Passeggeri[...]

Bus Company, colosso del trasporto persone su gomma con sede a Saluzzo, e il Consorzio GrandaBus che raggruppa le aziende del trasporto pubblico locale in provincia di Cuneo, sono statiprotagonisti al secondo convegno Sistema Gomma nel Trasporto Passeggeri, giornate di studio“Sostenibilità e Tecnologie per l’evoluzione del sistema” che si è svolto a Roma il 5 e 6 maggioal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. All’evento Bus Company ha presentato ilprogetto europeo di sviluppo regionale “Bussola” ‐ la società ha vinto una gara europea per il suosviluppo a livello regionale ‐, che pone al centro dell’attenzione i mezzi di trasporto personecome strumento grazie al quale realizzare un laboratorio in movimento. Il Consorzio Granda Bus(di cui Bus Company rappresenta la principale azienda) ha portato l’esperienza del Bip, labigliettazione elettronica del bacino di Cuneo, come pratica di eccellenza a livello nazionale.“La realtà di Cuneo si dimostra ai vertici del settore – commenta il presidente e amministratoredelegato di Bus Company e presidente del Consorzio Granda Bus, Clemente Galleano – con lavolontà di investire anche in momenti di crisi”. “E’ importante investire sulla crescitaprofessionale del capitale umano in azienda – aggiunge Enrico Galleano, amministratoredelegato di Bus Company ‐ al fine di governare il cambiamento”.

Il convegno, promosso e coordinato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, eraorganizzato dalle tre associazioni Aiit, Anav, Asstra e dall’Ordine degli Ingegneri della provinciadi Roma, con l’obiettivo di fornire una rappresentazione dell’attuale livello di sviluppo deltrasporto passeggeri su gomma e delle prospettive derivanti delle tendenze europee e degli esitidei progetti comunitari. Durante le due giornate di lavoro Davide Frangipane di Bus Company ha presentato il progetto“Bussola” (Bus Services Mobilizing Living Lab) che permette di vivere il bus come uno strumentograzie al quale realizzare un laboratorio su cui progettare, implementare e sperimentare serviziinnovativi che vanno dalla sicurezza dei passeggeri al monitoraggiodell’aria, fino alla promozione del territorio. Mauro Paoletti, invece,del Consorzio Granda Bus, ha parlato del Bip, il sistema di bigliettazioneelettronica che vede Cuneo tra le prime realtà ad aver abbandonatocompletamente il biglietto cartaceo sostituendolo interamente con la collaborazione con un istituto di ricerca, che ha portatoall’implementazione di un algoritmo in grado di stimare la fermata didiscesa dei viaggiatori. “Con questo sistema – ha spiegato ‐ siamo ingrado di monitorare costantemente i flussi e gli spostamenti deipasseggeri. I dati acquisiti potranno rappresentare una risorsaimportante per gli enti e per la pianificazione di servizi di trasportopubblico progettati su misura degli utenti”.

 

"Vetrina nazionale per il trasporto passeggeri Made in Granda"

 Fonte: Cuneocronaca.it del 9 Maggio 2016

 

Bus Company, colosso del trasporto persone su gomma con sede a Saluzzo, e il Consorzio Granda Bus che raggruppa le aziende del trasporto pubblico locale in provincia di Cuneo, sono stati protagonisti al secondo convegno Sistema Gomma nel Trasporto Passeggeri, giornate di studio “Sostenibilità e Tecnologie per l’evoluzione del sistema” che si è svolto a Roma il 5 e 6 maggio al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. All’evento Bus Company ha presentato il progetto europeo di sviluppo regionale “Bussola” - la società ha vinto una gara europea per il suo sviluppo a livello regionale -, che pone al centro dell’attenzione i mezzi di trasporto persone come strumento grazie al quale realizzare un laboratorio in movimento. Il Consorzio Granda Bus (di cui Bus Company rappresenta la principale azienda) ha portato l’esperienza del Bip, la bigliettazione elettronica del bacino di Cuneo, come pratica di eccellenza a livello nazionale.

“La realtà di Cuneo si dimostra ai vertici del settore – commenta il presidente e amministratore delegato di Bus Company e presidente del Consorzio Granda Bus, Clemente Galleano – con la volontà di investire anche in momenti di crisi”. “E’ importante investire sulla crescita professionale del capitale umano in azienda – aggiunge Enrico Galleano, amministratore delegato di Bus Company - al fine di governare il cambiamento”. 

Il convegno, promosso e coordinato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, era organizzato dalle tre associazioni Aiit, Anav, Asstra e dall’Ordine degli Ingegneri della provincia di Roma, con l’obiettivo di fornire una rappresentazione dell’attuale livello di sviluppo del trasporto passeggeri su gomma e delle prospettive derivanti delle tendenze europee e degli esiti dei progetti comunitari. 

Durante le due giornate di lavoro Davide Frangipane di Bus Company ha presentato il progetto “Bussola” (Bus Services Mobilizing Living Lab) che permette di vivere il bus come uno strumento grazie al quale realizzare un laboratorio su cui progettare, implementare e sperimentare servizi innovativi che vanno dalla sicurezza dei passeggeri al monitoraggio dell’aria, fino alla promozione del territorio. Mauro Paoletti, invece, del Consorzio Granda Bus, ha parlato del Bip, il sistema di bigliettazione elettronica che vede Cuneo tra le prime realtà ad aver abbandonato completamente il biglietto cartaceo sostituendolo interamente con la tessera elettronica. Paoletti ha presentato il lavoro svolto in collaborazione con un istituto di ricerca, che ha portato all’implementazione di un algoritmo in grado di stimare la fermata di discesa dei viaggiatori. “Con questo sistema – ha spiegato - siamo in grado di monitorare costantemente i flussi e gli spostamenti dei passeggeri. I dati acquisiti potranno rappresentare una risorsa importante per gli enti e per la pianificazione di servizi di trasporto pubblico progettati su misura degli utenti”.

(Foto tratta dal sito Bus Company)


"Turinight Tour, l via a Torino gli itinerari a bordo del bus cabrio"

Fonte: Italian Venue del 21 Aprile 2016


 

 

"Dalla fusione di ATI e Seag nasce il colosso del trasporto su gomma" 

[...] La sede centrale resta a Saluzzo, nessun rischio occupazione per i 300 dipendenti[...] 

Fonte: La Stampa Mercoledì 28 Ottobre 2015 

 

"Abbonamenti in vendita on line per chi viaggia sui pullman Ati"

[...]Trasporti, grazie alla tessera elettronica Bip[...]

Fonte: La Stampa Sabato 22 Agosto 2015


 

"Provincia di Cuneo: con la bigliettazione elettronica ricavi in crescita del 20%"

[...] A Saluzzo il convegno con i risultati del processo di digitalizzazione avviato nel 2014[...]

Fonte: Bus Magazine bimestrale di politica e cultura dei trasporti Luglio-Agosto 2015

"Ragazzi cuneesi all'Expo di Milano"

 Concorso del Ministero

Fonte: La Stampa Venerdì 15 Maggio 2015

"Trasporto pubblico su gomma. Da oggi summit italiano a Saluzzo"

[...]Si parlerà di tecnologia, tagli di risorse, biglietti elettronici e prospettive del settore[...]

Fonte: La Stampa Giovedì 23 Aprile 2015


"A Saluzzo gli "Stati generali" dei trasporti"

[...]Convegno di Club Italia, Granda Bus e Bus Company - 23 e 24 aprile[...]

Fonte: La Bisalta

"L'Italia riconosce Cuneo come eccellenza assoluta nel trasporto pubblico"

Fonte: IDEAWEBTV.IT


"Trasporto pubblico: l'Italia riconosce Cuneo come eccellenza assoluta"

Fonte: Targato CN Sabato 25 Aprile 2015


"Trasporti: Cuneo, con Bip evasione 0 e ricavi +20%"

Fonte: ANSA 25 Aprile 2015


"Arriva il bus "a consumo". Si pagano solo i km percorsi"

[...]Dopo la sperimentazione il sistema verrà adottato anche in città[...]

Fonte: La Stampa 25 Aprile 2015


"Bus: il biglietto digitale (Bip) smaschera gli evasori, ricavi +20%"

Fonte: CuneoCronaca.it Lunedì 27 Aprile 2015


"Due progetti europei per la Bus Company"

[...]Due progetti internazionali promossi dalla saluzzese Bus Company sono stati finanziati dall'Unione Europa: Ghost e Bussola[...]

Fonte: La Gazzetta di Saluzzo 15 Gennaio 2015


"I Magnifici 7 monregalesi della fune"

[...]Nella San Francisco del cuneese un rarissimo esempio d'efficienza, frutto della collaborazione fra pubblico e privato e basato sulla passione[...]

Fonte: IDEA 12 giugno 2014

"Credito Trasporti" addio al cartaceo

Facili sistemi di ricarica. Intesa con Google. Una sezione FAQ.

Fonte:TP Trasporti Pubblici

Ogni anno in Bus Company  venivano venduti circa 1 milione e 600 mila biglietti cartacei che, volendo usare una metafora, equivalgono ad una striscia di carta lunga circa 228 Km. E’ proprio partendo da qui, che ci si rende conto della rivoluzione copernicana effettuata da Bus Company introducendo il biglietto elettronico diventato una realtà ormai consolidata nelle province di Cuneo e Torino.

Basti pensare che l’operazione di riduzione carta, chiamata anche operazione “ticketless”, ha fatto in modo che dal 1 giugno 2013 il consumo di carta è stato ridotto del 30% per andare man mano esaurendosi completamente dal 1 gennaio 2014, data a partire dalla quale la vendita dei biglietti cartacei a terra è completamente sparita. L’azienda che ha fatto da capofila a tutte le altre intraprendendo questa strada è stata la SEAG di Villafranca P.te (TO) che ha visto passare totalmente in digitale i propri titoli di viaggio, per poi essere seguita a ruota dall’ATI Trasporti Interurbani di Saluzzo (CN). La partenza ufficiale inoltre, ha visto interessati i comuni urbani di Alba e Mondovì i quali da tempo stanno facendo a meno, senza alcun rimpianto, del vecchio biglietto cartaceo.

Ma come funziona il Credito Trasporti? Il sistema si basa su una smart card, vale a dire una tessera a microchip di tipo contactless (senza contatto) che mette “in soffitta” il classico biglietto cartaceo e funziona semplicemente avvicinando la tessera alle apparecchiature installate a bordo. Sulla smart card possono essere caricati, oltre che gli abbonamenti, la quantità di denaro a scelta dell’utente per viaggiare sui mezzi: il Credito Trasporti. Alcuni dei tanti vantaggi per l’utenza interessata che utilizza il Credito Trasporti si sono tradotti nell’avere un unico supporto e il contenimento del fenomeno dell’evasione tariffaria. Le tessere, che possono essere personali e impersonali, sono acquistabili presso tutti gli uffici aziendali o presso le rivendite autorizzate. La tessera personale può essere acquistata compilando un apposito modulo con i propri dati anagrafici, mentre quella impersonale può essere acquistata liberamente. Eccezionalmente fino al 31 Marzo  2014 Bus Company, al fine di favorire tutti gli utenti interessati, regalerà la tessera, sia che la propria scelta vada su quella personale che quella impersonale.

La validazione vera e propria della tessera avviene una volta saliti a bordo, questa, per quanto riguarda l’ambito extraurbano, deve essere validata sia al momento della salita a bordo autobus (check-in) che al momento della discesa (check-out), il sistema rilevato il percorso effettuato, scalerà l’importo dovuto. Differente invece per l’ambito urbano, dove i passeggeri dovranno validare la propria tessera solo al momento della salita.  Una volta esaurito il credito, questo può essere ricaricato presso le 300 rivendite a terra dislocate su tutto il territorio della Provincia di Cuneo e Torino attrezzate con appositi POS. Molteplici sono state tutte le attività di promozione e di informazione all’utenza, che hanno portato alla vendita di oltre 10.000 tessere nei primi 2 mesi di validità fino a superare, con un incremento del 600% rispetto all’anno precedente, i 40.000 passaggi mensili equivalenti a più di 1000 check-in al giorno.

Per chi invece “mastica” un pò di tecnologia, Bus Company ha attrezzato il proprio sito inserendo tutte le informazioni relative al Credito Trasporti e una sezione FAQ (Frequency Asked Questions) appositamente creata dando vita ad una serie di domande che aiutano gli utenti a trovare già in questa sezione le risposte ai loro quesiti.   In questo scenario tecnologico non poteva mancare l’App BusCompany, sia per iPhone che per Android, che permette di avere sempre a portata di mano gli orari aggiornati del bus, integrabile in futuro con la lettura RFID della propria tessera direttamente dal proprio smartphone, questo permetterà ai possessori di smartphone di leggere direttamente in tessera tutti i titoli di viaggio caricati su di essa. E non finisce qui, Bus Company in collaborazione con Google, il gigante di Internet creatore del servizio Google Transit e insieme all’I.I.S. Vallauri di Fossano, sta mettendo in piedi un servizio che permette di pianificare il proprio viaggio con il mezzo pubblico. Il servizio funziona in modo molto semplice, l’utente dovrà digitare la propria posizione iniziale, quella d’arrivo, l’ora e la data in cui vuole realizzare il viaggio. Google Transit mostra i percorsi possibili combinando i differenti mezzi e il tempo che spenderà.

Bus Company, da sempre aperta  ai suoi utenti in molteplici modi al fine di avere il loro punto di vista sui servizi offerti, non poteva non essere presente sul social network per eccellenza: facebook. Il profilo gestito da esperti del settore, è in costante aggiornamento e attento alle svariate richieste che ogni giorno vengono poste dagli utenti. Grandi sforzi inoltre, sono stati fatti per le campagne pubblicitarie atte a fare di Bus Company un’azienda attenta e sempre al passo con i tempi.

Le 4 campagne pubblicitarie: “Evviva!... La tessera è gratis.”, “Mi ha conquistato con ogni mezzo”, “Mi ha preso nella sua rete” e “L’ho scelto per la sua linea” sono state progettate con l’idea di un’azienda vicina alle persone e un servizio il più possibile a misura di passeggero.

Proprio per questo motivo Bus Company si sta orientando nel fornire ai propri passeggeri una piattaforma tecnologica su Internet in grado di dare all’utente il suo personale “estratto conto”, infatti egli potrà consultare in qualsiasi momento della giornata oltre che il suo credito residuo,

la data di scadenza dell’abbonamento e i viaggi rimanenti in caso di un carnet.  Ma la vera e propria rivoluzione interesserà sempre lo smartphone, l’oggetto di cui, a quanto pare, non se ne potrà più fare a meno. Sempre meno alibi quindi a chi si dimenticherà di rinnovare l’abbonamento o ricaricare la tessera, dal proprio telefono e in qualsiasi momento sarà possibile in modo semplice ed intuitivo comprare il proprio titolo di viaggio direttamente online.

Bus company nella fiction Rai Fuoriclasse 

Il nostro marchio tra i protagonisti...

"Addio biglietto, sui bus adesso serve la tessera" 

[...] "Ogni anno in Bus Company venivano venduti circa 1 milione e 600 mila biglietti cartacei che equivalgono ad una striscia di carta lungo circa 228 Km. [...] 

Fonte: La Nuova Gazzetta di Saluzzo


Ogni anno in Bus Company  venivano venduti circa 1 milione e 600 mila biglietti cartacei che, volendo usare una metafora, equivalgono ad una striscia di carta lunga circa 228 Km. E’ proprio partendo da qui, che ci si rende conto della rivoluzione copernicana effettuata da Bus Company introducendo il biglietto elettronico diventato una realtà ormai consolidata nelle province di Cuneo e Torino.

Basti pensare che l’operazione di riduzione carta, chiamata anche operazione “ticketless”, ha fatto in modo che dal 1 giugno 2013 il consumo di carta è stato ridotto del 30% per andare man mano esaurendosi completamente dal 1 gennaio 2014, data a partire dalla quale la vendita dei biglietti cartacei a terra è completamente sparita. L’azienda che ha fatto da capofila a tutte le altre intraprendendo questa strada è stata la SEAG di Villafranca P.te (TO) che ha visto passare totalmente in digitale i propri titoli di viaggio, per poi essere seguita a ruota dall’ATI Trasporti Interurbani di Saluzzo (CN). La partenza ufficiale inoltre, ha visto interessati i comuni urbani di Alba e Mondovì i quali da tempo stanno facendo a meno, senza alcun rimpianto, del vecchio biglietto cartaceo.

Ma come funziona il Credito Trasporti? Il sistema si basa su una smart card, vale a dire una tessera a microchip di tipo contactless (senza contatto) che mette “in soffitta” il classico biglietto cartaceo e funziona semplicemente avvicinando la tessera alle apparecchiature installate a bordo. Sulla smart card possono essere caricati, oltre che gli abbonamenti, la quantità di denaro a scelta dell’utente per viaggiare sui mezzi: il Credito Trasporti. Alcuni dei tanti vantaggi per l’utenza interessata che utilizza il Credito Trasporti si sono tradotti nell’avere un unico supporto e il contenimento del fenomeno dell’evasione tariffaria. Le tessere, che possono essere personali e impersonali, sono acquistabili presso tutti gli uffici aziendali o presso le rivendite autorizzate. La tessera personale può essere acquistata compilando un apposito modulo con i propri dati anagrafici, mentre quella impersonale può essere acquistata liberamente. Eccezionalmente fino al 31 Marzo  2014 Bus Company, al fine di favorire tutti gli utenti interessati, regalerà la tessera, sia che la propria scelta vada su quella personale che quella impersonale. La validazione vera e propria della tessera avviene una volta saliti a bordo, questa, per quanto riguarda l’ambito extraurbano, deve essere validata sia al momento della salita a bordo autobus (check-in) che al momento della discesa (check-out), il sistema rilevato il percorso effettuato, scalerà l’importo dovuto. Differente invece per l’ambito urbano, dove i passeggeri dovranno validare la propria tessera solo al momento della salita.  Una volta esaurito il credito, questo può essere ricaricato presso le 300 rivendite a terra dislocate su tutto il territorio della Provincia di Cuneo e Torino attrezzate con appositi POS. Molteplici sono state tutte le attività di promozione e di informazione all’utenza, che hanno portato alla vendita di oltre 10.000 tessere nei primi 2 mesi di validità fino a superare, con un incremento del 600% rispetto all’anno precedente, i 40.000 passaggi mensili equivalenti a più di 1000 check-in al giorno

"Piemonte, si diffonde il biglietto integrato" 

[...] "Oltre tremila i mezzi già coinvolti". Cuneo, Torino. Alessandria le provincie capofila. Tessera a microchip. Implementato il cuore del sistema. [...] 

Fonte: Trasporti Pubblici Mobilità in Italia


 

"Buscompany su La7. Puntata de La gabbia del 09/10/2013"

[...] "La Gabbia è quella che lo Stato ha messo attorno ai cittadini. Le sbarre sono la burocrazia, le diseguaglianze sociali, il carico fiscale da record, l'evasione. Imprenditori e lavoratori, giovani e cinquantenni, uomini e donne, sono uniti - seppur nelle reciproche diversità - nella crisi, tutti costretti alla cattività.." [...]

Per guardare il video clicca sull'immagine oppure clicca qui

 

"L'orario dei pullman viaggia su smartphone" di MONICA COVIELLO.

[...] "Si chiama "Bus Company", come il gruppo che gestisce i pullman che viaggiano sul territorio, ed è disponibile gratuitamente per il sistema Android.Uno strumento in tre sezioni, utile per visualizzare l'orario completo e aggiornato delle linee Bus Company (i documenti si possono scaricare sul telefono o, anche, soltanto, aprire in lettura)." [...] 

Applicazione: Bus Company
Fonte: La Stampa

[Download Articolo in PDF]

La Stampa 

Marchi

BUSCOMPANYPI: 00893890012
Linea Verde GIACHINOPI: 10420190018

Seguici su Facebook