Turismo Scolastico

14 anni di esperienza nel turismo scolastico e migliaia di ragazzi trasportati. Proposte di viaggio ad elevato valore culturale, storicoartistico e naturalistico-ambientale capaci di favorire il coinvolgimento diretto di ogni studente. Itinerari, lezioni didattiche in classe e laboratori manuali che approfondiscono ed integrano i programmi scolastici nati dalla volontà di dare ai viaggi d’istruzione un valore di esperienza formativa. Creazione di viaggi su misura, programmi adattabili alle specifiche richieste di ogni singola classe ed elaborati per i differenti ordini scolastici. Utilizzo di materiale didattico come strumento di apprendimento e di continuità al programma scolastico. Massimo impegno nel rispetto delle normative ministeriali, con un’attenta selezione dei vettori per il trasporto in pullman e delle misure di sicurezza. Attenzione all’aspetto economico con tariffe vantaggiose in periodi di bassa stagione. Garanzia di figure professionali con pluriennale esperienza nella didattica. Monitoraggio continuo sulla qualità dei viaggi attraverso un costante aggiornamento delle destinazioni e impegno a garantire la massima soddisfazione dei nostri clienti. Attenzione a verificare l’accessibilità dei luoghi, delle strutture e delle attività didattiche proposte cercando di soddisfare anche le esigenze di studenti con bisogni speciali. Una qualità che mantiene fede alla nostra missione secondo la quale il viaggio d’istruzione diventa motivo di apprendimento e di stimolo alla conoscenza, se strutturato ed organizzato.
Saluzzo
1 gg
In mattinata i bambini verranno accolti dal Bianconiglio che darà loro il benvenuto presso la terra dei Mastichini: una bellissima cascina popolata dalla regina Gallina Bianca e dai suoi fedeli cortigiani. A seguire, verranno accompagnati da Cicles il Mago alla scoperta di tutte le sensazioni che si possono trovare in natura: con la vista osserveranno gli animali e i colori, ascolteranno i suoni e il silenzio, annuseranno i profumi e gli odori degli animali e della vegetazione, toccheranno la terra, le foglie, l’erba, il legno e gusteranno i sapori dell’agriturismo attraverso una merenda a base di prodotti tipici frutto del loro lavoro. Nel pomeriggio gli studenti saranno protagonisti di un simpatico laboratorio in cui realizzeranno la propria personale gallina bianca e otterranno il diploma di piccoli amici degli animali.
Il Castello della Manta
1 gg

A Manta, quell’immaginario che fa del castello lo scenario prediletto delle sue narrazioni prende corpo nelle straordinarie architetture quattrocentesche. I bambini, indossati veri costumi antichi, saranno accompagnati a visitare il castello da un animatore che narrerà di vicende fantastiche, di storie antiche e di fantasmi e dovranno superare prove di abilità per ricercare oggetti "dimenticati" dai castellani, scoprire particolari degli affreschi, rispondere a indovinelli e piccoli quiz, per essere nominati dame e cavalieri.

Giaveno
1 gg

Vi è mai capitato di incontrare nel bosco uno gnomo, un albero parlante, un gufo che vi raccontano tante storie e vi guidano alla scoperta di casa loro? Tutto questo sarà possibile in Val Sangone alle pendici del Monte Aquila, dove si trova un rifugio attorniato da un rigoglioso bosco. Qui i bambini saranno guidati a scoprire i segreti del bosco attraverso rappresentazioni teatrali a sorpresa. Nel pomeriggio i partecipanti con l’uso di colla e un po’ di fantasia potranno trasformare foglie e fiori raccolti in mattinata in simpatici animaletti da portare a casa.

Carmagnola
1 gg

Una storia accompagnerà i partecipanti durante la visita della fattoria e permetterà loro di osservare e riconoscerne i colori, utilizzando oltre alla vista anche il tatto, l’udito e l’olfatto, associando ai colori suoni e odori, e a sperimentare tutte le loro sfumature. Nel pomeriggio, la costruzione di un mandala con il materiale raccolto durante la visita, suddiviso per i colori legati alla stagionalità, aiuterà a scoprire le varie tonalità presenti in natura e consentirà di approfondire con approccio ludico quanto appreso in mattinata.

Bene Vagienna
1 gg

Il territorio del Piemonte meridionale durante l’Età del Bronzo era occupato dai Liguri Bagienni, popolo presumibilmente autoctono in parte a diretto contatto con i Liguri della costa ed in parte sparso in piccoli villaggi lungo le alture delle Alpi. In questi villaggi sino all’arrivo dei romani la vita si svolgeva in piccole e semplici capanne con attività legate alla pastorizia e all’agricoltura di sussistenza. La giornata al Vicus Bagienni permette di rivivere alcuni aspetti di questa civiltà: i ragazzi si cimenteranno nella simulazione di uno scavo, nella macinazione dei cereali con macine in pietra, nell’incisione rupestre, nella pittura e nell’accensione del fuoco.

Cuorgnè
1 gg

Una giornata all'insegna della vita quotidiana nella Preistoria, partendo dalla visita al Museo Archeologico del Canavese. Attraverso i reperti archeologici e le ricostruzioni didattiche, verranno ripercorse le tappe fondamentali del Paleolitico e verrà approfondita la rivoluzione neolitica, con la nascita dei villaggi, dell'allevamento, dell'agricoltura e delle specializzazioni fino ad arrivare all'età dei metalli. Attraverso i laboratori didattici, i ragazzi potranno sperimentare alcune delle principali attività di vita quotidiana degli uomini del Neolitico, dalla macinazione dei cereali alla tintura della lana e alla decorazione dei tessuti, per imparare a conoscerne lo stile di vita.

Cuorgnè e la grotta della Boira Fusca
1 gg

Il percorso inizia con la visita al Museo Archeologico del Canavese, dove si ripercorrono le tappe fondamentali dell'evoluzione umana dai primi ominidi fino alla comparsa dello Homo Sapiens e alla nascita della cultura. I ragazzi scopriranno come è nata l'arte e attraverso un laboratorio didattico realizzeranno pitture rupestri sperimentando le tecniche preistoriche e utilizzando pigmenti naturali. Nel pomeriggio la giornata prosegue con una breve escursione nel bosco che conduce al suggestivo complesso delle grotte della Boira Fusca, importante sito archeologico che conserva le tracce dei primi cacciatori paleolitici del Canavese.

Cuorgnè e il Lago di Viverone
1 gg

Il percorso inizia con la visita alle sezioni preistoriche del Museo Archeologico, al termine della quale è previsto un laboratorio di produzione di semplici forme in terracotta. Nel pomeriggio il viaggio prosegue con un’escursione in battello sul lago, dove è stata scoperta una vera e propria metropoli preistorica lacustre risalente all’Età del Bronzo. Il ritrovamento dei resti è considerato una delle più importanti scoperte archeologiche del XX secolo, anche se oggi l’antico abitato è sommerso dalle acque.

Aosta e Pont-Saint-Martin
1 gg

Prima tappa della giornata sarà il ponte romano di Pont-Saint-Martin, rimasto in uso fino al 1831. L’itinerario prosegue, nel pomeriggio, con la visita del centro storico di Aosta, attraverso un percorso che prevede l’analisi dell’urbanistica romana e che raccoglie e sintetizza le migliori esperienze architettoniche della Roma Imperiale. Ancora oggi infatti l’antica struttura è ben identificabile nella disposizione dei monumenti e delle strade e negli edifici pubblici più significativi, dall’Arco di Augusto, alla Porta Praetoria, al teatro e alle mura.

Susa
1 gg
La prima parte della giornata è dedicata alla visita del centro storico di Susa, da millenni crocevia dei diversi itinerari transalpini fra Italia e Francia, che conserva innumerevoli testimonianze di epoca romana, quali ad esempio l’Arco di Augusto, l’Anfiteatro e l’Acquedotto. Nel pomeriggio, dopo aver analizzato le caratteristiche della società celtica e romana, gli allievi saranno protagonisti di un laboratorio manuale in cui potranno decorare dei piccoli scudi celti o romani che potranno portare con sé a ricordo della giornata.

Pagine